QUALE SCUOLA DI MUSICA SCEGLIERE?

Ci sono sempre molte scuole di musica in tutto il territorio italiano e la scelta è ampia.

Spesso si tende a scegliere “quella più bella” oppure “quella più vicina”.

Per esperienza sono entrambe due scelte sbagliate per quanto riguarda la musica.

La musica non si riduce ad una lezione in una bella sala. Si mantengono passione e dedizione se ci si trova nel posto giusto con le persone giuste.

Ecco una lista di punti fondamentali per aiutarti nella tua scelta:

1. Chi gestisce la scuola?


Attenzione, è il punto più importante! Accertati che i titolari o il Consiglio Direttivo della scuola siano musicisti professionisti. Leggi le loro carriere.

Se cerchi una scuola di musica classica o una scuola civica assicurati che siano diplomati e che conoscano l’ambiente classico e i percorsi molto bene, in base ad esperienza concertistica e didattica.

Se opti per una scuola di musica moderna controlla che i titolari abbiano una vera carriera nel mondo del pop o del rock, con album registrati e tournee alle spalle ed esperienza nella didattica, certificati e metodi. Purtroppo è pieno di realtà “improvvisate” dove a gestire scuole sono appassionati che “suonicchiano” e non sanno nemmeno cosa sia la musica come professione!

Fai molta attenzione perchè queste persone spesso si fanno manipolare dagli insegnanti, molto più competenti, e il livello didattico crolla.


2. Leggi le recensioni su Google.


Quale miglior modo per avere un feedback da chi ha già frequentato la scuola? Le recensioni non sono sempre affidabili ma una scuola che ha 100 recensioni positive e 2 negative di certo è valida!



3. Assicurati che i prezzi non siano troppo bassi.


Un prezzo troppo basso per una lezione individuale corrisponde ad un insegnante scontento che fa lezione svogliatamente. Confronta i prezzi delle varie scuole della tua zona. Di solito la scuola più cara è anche la più organizzata, ma se vuoi spendere poco cerca di non scegliere proprio la più economica che di solito mira a sbaragliare la concorrenza a discapito ovviamente della qualità.



4. Leggi le schede degli insegnanti nel sito.


Se la sezione insegnanti non è presente non è un buon segno. Richiedi il curriculum del docente via email e assicurati che abbia esperienza di insegnamento, possibilmente con qualche titolo o certificato.


Evita di affidarti ad insegnanti che cambiano spesso scuole nella stessa zona. Se vengono mandati via un motivo c’è sempre ed è meglio non rischiare di iniziare un corso e non avere continuità. Se sono loro a preferire un’altra scuola e provano a portarti altrove è anche peggio perchè non rispettano i contratti firmati e solitamente lo faranno ancora. I musicisti non sono sempre corretti e, per esperienza, quando si comportano male con le scuole di musica, si comportano male anche con gli allievi, sempre.



5. Assicurati che venga organizzato il saggio.


Anche se non vorrai partecipare, il saggio finale implica una serie di attività durante l’anno che richiedono molto impegno sia professionale che economico da parte di tutto lo staff di una scuola. Organizzare un evento veramente speciale è molto difficile. Prima di iscriverti vai a vedere un saggio di fine anno di quella scuola, capirai molte cose dei progetti e della dedizione dello staff.



6. Accertati che siano presenti dei percorsi di tipo accademico.


Anche se sceglierai un percorso standard di tipo amatoriale, una scuola che gestisce corsi accademici è più solida e conosce meglio i programmi e i livelli di ogni allievo. Informati su quale sistema accademico si basa la scuola e controllane la serietà.



7. Attenzione verso i bambini.


Se vuoi iscrivere un bambino assicurati che i corsi siano divisi per età. Insegnare uno strumento ad un bambino richiede metodi didattici completamente diversi e specifici. Se ti è possibile fai frequentare al tuo bambino sia un corso individuale sullo strumento o sul canto che un corso collettivo. La sua formazione in questo modo sarà completa e molto più stimolante e appassionante!



8. Fai una prova!


Ormai la offrono tutti. Quello è il momento in cui puoi capire se sei nel posto giusto. Guardati intorno, capisci subito se c’è davvero musica in quel luogo. A volte più il posto è “vissuto” più ha un valore musicale ed una grande esperienza nella didattica.

Le migliori scuole di musica a Milano e nelle grandi città sono vecchie e con i muri scrostati ma sono piene zeppe di energia e di passione. Dunque non usare solo gli occhi, usa tutti i sensi.

Funziona un po’ come per le palestre. Spesso la palestra più bella e attrezzata è quella gestita da un ricco che vuole solo fare altri soldi, se ne frega dei tuoi risultati e del tuo percorso.



9. Fai sapere quale tipo/genere di musica ascolti


Chiedi se hanno un insegnante con la tua stessa sensibilità. Imparare a cantare o a suonare con un insegnante rock se ami il jazz non ha senso. Più che altro rischi di stufarti presto. E’ importante trovare qualcuno sulla tua lunghezza d’onda e che sappia accompagnarti nel tuo percorso con empatia.




43 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti